c’ho la capoccia dura, però sul planning faccio marcia indietro…

IMG_20170924_141131

Sarà una bella cosa essere così testardi? Mettersi nella capoccia le cose e non riuscire a cacciarsele neanche con i tornado e mettersi nel cuore le persone e tenerle lì nonostante tutto? Essere talmente testardi da provare a mettere giù queste righe perché mi sono prefissata di pubblicare due articoli alla settimana e siamo già a domenica. E talmente testarda da voler mantener fede al mio proposito nonostante sia priva di materiale dal momento che una serie di vicissitudini mi ha portata a non avere neanche una ricetta con foto passabile. Talmente testarda da ritrovarmi quindi a scrivere senza sapere per la precisione cosa, visto che ho cancellato le mie ultime foto perché non mi piacevano affatto…

Potrei parlarvi della serie di vicissitudini di cui sopra ma risulterei alquanto noiosa. Potrei raccontare di quanto desideri ultimamente una reflex, ma sarebbe una narrazione unicamente finalizzata a mandare messaggi subliminari a chi dovrebbe regalarmela; persona che tra l’altro so per certo leggere meno della metà di quello che scrivo (d’altronde… Come dare torto ad un marito che già mi ha nelle orecchie tutto il giorno?). Potrei parlare del mio argomento preferito, profondo, sofferto e sincero. La decadenza dell’avvocatura degli ultimi anni? La crisi economica? La critica della ragion pura? No, niente di tutto questo; stavo pensando alle colazioni. Ma, in un periodo dove la mia colazione consta di due fette biscottate con la marmellata, rivangare ricordi di un’estate di bagordi fa tristezza.

E quindi? E quindi semplicemente faccio mea culpa e do ragione a chi sostiene che la programmazione è alla base di un blog e che bisogna sempre avere nel taschino un buon numero di ricette per i momenti di black out. E siccome sono testarda ma non talmente tanto da non imparare dai miei errori ma abbastanza da portare avanti questo progetto nonostante appunto gli errori, annoto la lezione e proseguo, limitandomi per oggi ad augurarvi buona giornata.
I’ll come back soon 😉.

6 pensieri riguardo “c’ho la capoccia dura, però sul planning faccio marcia indietro…”

  1. Ciao Elvira! La continuità è indiscutibilmente sensata. Daresti cmq continuità anche se pubblicassi una volta alla settimana. Naturalmente dipende dagli obiettivi che ti sei data con il tuo blog. Alla fine sei tu la tua misura: di quanto l’obiettivo che ti sei data ti stimoli o ti “frustri”, ti faccia stare bene o ti “angosci”… Lungi da me mettermi in cattedra, solo qualche riflessione insieme 🙂

    1. Lo sai che i consigli da te (per me bravissima) sono sempre i benbenvvenuti È che mi piace avere due appuntamenti fissi di modo che chi mi segue sappia cosa e quando aspettare. Ultimamente problemini di salute mi hanno fatto saltare. Frustante è questo: avere voglia ma non avere il tempo di tirar fuori quello che vorrei ma spero di rimettermi in pista con la continuità con cui ho iniziato. Grazie mille 😘

    1. E fai benissimo. Io scrivo quasi tutti i giorni perché mi piace tanto ma molto resta lì e non riguarda la cucina e pubblico solo una parte di quello che scrivo. Mi sono data questa regola per fissare una continuità e non finire divorata dalle settimane che passano e portano via il tempo di fare anche qualcosa che piace 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *