Coccole e cookies con gocce di cioccolato

Fotor_150919321336873

Sono la fortunata mamma di un bambino dormiglione. Il che, durante la settimana, è fortuna relativa giacché neanche se ingagiassi la fanfara dei bersaglieri riuscirei a farlo scendere dal letto velocemente e senza mugugnii di vario genere. Ma il sabato e la domenica, signore e signori… Il sabato e la domenica siamo una meravigliosa sinfonia di ronfii. Di solito sgattaiola nel lettone e prosegue lì con me la sua dormita. Ed io mi godo quelle manine calde che mi abbracciano e, anche quando mi sveglio prima di lui, non mi stancherei mai di guardarlo. C’è qualcosa di più bello di un bimbo che dorme? Il sonno dei giusti, lo chiama qualcuno. Ed è il mio premio della settimana. Portentoso direi, capace di farmi dimenticare anche i giorni più storti. A volte, anche quando apre gli occhietti, ce ne stiamo lì tra coccole e confidenze: è l’unico momento in cui la reticenza dei racconti scolastici e quotidiani lascia il posto ad una serie di piccoli aneddoti coinvolgenti nella loro semplicità. Stamattina poi il chiacchiericcio ha anche piacevolmente accompagnato la colazione svoltasi a suon di latte e cookies con gocce di cioccolato.
È una ricetta che mi piace molto: semplice, veloce e che non necessita di alcuna manualità (quindi proprio adatta a me). Anzi, si può ben dire che questi cookies più imprecisi e grossolani vengono fuori più sono belli a vedersi.

Questa è la versione con il Bimby, ancora più fast 😉.

Fotor_150918080540485

Ingredienti

225 gr di farina 00

50 gr di zucchero bianco

50 gr di zucchero di canna

1 uovo

100 gr di burro morbido

2 cucchiaini di lievito per dolci

un pizzico di sale ed un pizzico di bicarbonato

150 gr di gocce di cioccolato fondente

una manciata di cornice Flakes

Mettere nel boccale la farina, lo zucchero bianco e quello di canna, l’uovo, il burro, il lievito, il sale ed il bicarbonato: impastare 2 minuti funzione spiga. Aggiungere il cioccolato ed i corn flakes : 30 secondi ancora spiga.

Formare con l’impasto delle palline ed appiattirle un po’, quindi sistemarle su una teglia rivestita di carta da forno distanziandole (la prima volta che li ho fatti lievitando si sono tutti appiccicati… Risultato: un mega biscottone con i buchi 😶).

Infornare a 180 gradi per venti minuti.

Buoni da inzuppare.

Fotor_150918008539923-01

 

muffin al cioccolato (e i se si potesse tornare indietro…)

20170917142118_IMG_3264

Ho addosso una sensazione di triste nostalgia mista a rimpianto.

E’ quella roba che ti lascia il pensiero delle cose vissute che non possono ritornare, delle frasi non dette e delle cose dette e fatte che però sarebbe stato meglio non dire e non fare; dei ”dai ci organizziamo per vederci” buttati lì troppe volte per poi perdere l’occasione vera; dei momenti in cui avrei dovuto esserci e invece ero assorta in altro e dell’opportunità di rimediare che non riesco più a cogliere.
Per distogliermi da questo snocciolare di pensieri mi sono impegnata a scattare delle foto luminose ed allegre. Ho impostato la macchina in modo da raccogliere più luce possibile smanettando con iso, diaframma e tutti quei geroglifici lì: sia mai che quella luce – per chissà quale miracolosa proprietà transitiva – mi salti dentro.
Che poi l’oggetto sia un muffin al cioccolato, dunque con note proprietà terapeutiche, è puro caso, giuro.

Anche  questa volta ho usato il bimby.

20170917140157_IMG_3243

Ingredienti: 200 g di farina, 180 g di  zucchero, 1 bustina di lievito vanigliato per dolci, 150 ml di latte, 2 uova, 60 g di cacao amaro, 50 g di burro a temperatura ambiente, 40 g di gocce di cioccolato fondente.
Preparazione:
sciogliere il burro a 90 gradi velocità 2 per 40 secondi e lasciare raffreddare.
Unire il latte e le uova: 20 secondi velocità 3; aggiungere farina, zucchero, cacao, lievito e le gocce di cioccolato. Impastare 2 minuti.
Imburrare ed infarinare gli stampini per i muffin e riempirli per 2/3. Infornare a 180 gradi per 15/20 minuti.

Ps. Amico mio che sei stato tra i primissimi sostenitori e followers di questo blog: tornerai a leggermi… E torneremo a chiacchierare, scherzare e battibeccare. Lo so per certo, perché sei forte. E mi regalerai la ricetta che mi avevi promesso. Ti aspetto… Con tutto il bene che posso…