crostata con mele e marmellata al profumo di cannella

Fotor_151042651167931
crostata che profuma di cannella

Mi merito una fetta di questa crostata con mele e marmellata. Perché?
Udite udite: ho finalmente scelto la palestra che fa per me. Lo so che da quando vi ho raccontato il piccolo dramma della chiusura del mio corso di fitness non avete più dormito la notte. Ma tornate ad essere sereni: ho trovato la mia strada. Trattasi di palestra ove si praticano principalmente arti da combattimento. Io però, anche se non mi farebbe male imparare a prendere a capocciate qualcuno, ho optato per un corso di tonificazione. Ebbene, da quando ho iniziato, non c’è giorno che mi svegli senza qualche parte del corpo dolorante. Che fatica mantenere uno stile di vita sano 😩. Era tanto più comodo stravaccarsi sul divano e lasciare sedimentare il cioccolato ingurgitato. E invece no. E come sempre mi capita quando ricomincio l’attività sportiva, mi sono determinata a fare più attenzione a quello che mangio (chi mi conosce chissà quante volte mi ha sentito dire questa cosa e quante altre mi ha visto perdere la strada del mio buon proposito… Direi ad esempio che questo mi ricorda un altro articolo con l’incipit simile 😁😂). Così, anche la torta di oggi punta alla leggerezza con l’eliminazione di burro, uova e zucchero.

Fotor_151042665309434
mele e cannella

Crostata con mele e marmellata

Ingredienti
Per la pasta:
300 gr di farina
3 cucchiai di miele
40 ml di olio extravergine di oliva
Cannella in polvere
1 limone
Sale

Per il ripieno:
100 gr di marmellata di albicocche
3 mele

Impastare la farina setacciata in una terrina con il miele, l’olio, un pizzico di cannella, un pizzico di sale, la scorza grattugiata del limone e acqua fredda quanta ne occorre per ottenere un impasto omogeneo. Avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciare riposare la pasta per un’ora.
Stendere la pasta con il mattarello e foderare una tortiera per crostate imburrata ed infarinata. Spargere sulla pasta la marmellata. Distribuire sopra le fette di mele precedentemente spruzzate con succo di limone. Infornare a 180 gradi per 40 minuti circa.
I biscotti accanto li ha fatti il piccolo chef con i ritagli della pasta 😉.

ritorno in Oltrepo’ e cheesecake ai frutti di bosco

Crostata di ricotta e mandorle

20170815115445_IMG_2705

Ogni promessa è debito. Ecco la ricetta che non ero riuscita ad infilare nel precedente post.

Per la frolla: 300 g di farina, 1 uovo, 100 grammi di burro, 100 g zucchero, 1/2 bustina di lievito, 30 g di latte.
Per la farcia: 300 g di ricotta, 1 uovo, 80 g di zucchero, 100 g amaretti sbriciolati, 100 g di mandorle tritate.

20170815115345_IMG_2703

Versare la farina sul piano da lavoro, aggiungere lo zucchero e creare un cratere nel centro in cui mettere il burro a tocchetti, il latte, il lievito e l’uovo. Impastare fino a realizzare una pasta omogenea che andrà riposta in frigorifero avvolta nella carta forno.
Per il ripieno: mettere la ricotta in una ciotola; unire tutti gli ingredienti ed amalgamare.
Stendere la frolla su un piano infarinato e passarla in uno stampo da crostata imburrato ed infarinato. Eliminare gli eccessi di pasta e metterli da parte.
Farcire la crostata con la crema di ricotta e decorare con la pasta rimasta.

Infornate a 180°C per circa 30 minuti (fino a doratura).

20170815115614_IMG_2711

Ora mi sento più serena.

Uuuhhh ho riletto il post: che serietà… Potrei quasi spacciarmi per una food blogger 😜.

 

Crostata di fichi

20170811170649_IMG_2598

Mettete un ritorno al Sud dopo otto mesi di assenza; aggiungete la coincidenza del rimpatrio con il compleanno del nonno; mescolate con due cugini che non si vedono da altrettanto tempo e che si rincontrano in un’età simpaticamente chiacchieraticcia; e anche una cuginetta di mesi 16 che volentieri vorrebbe essere inclusa nel loro giro ma che si ritrova il più delle volte a rincorrerli non ricambiata. Annaffiate con un pranzo di festeggiamento di numero indefinito di portate. Risultato: una famiglia impossibilitata a deambulare in zona mare e a rischio annegamento alla sola vista dell’acqua. Indi per cui: prima giornata a Praia a Mare trascorsa… in montagna. Per la precisione al lago Sirino, in Basilicata.

L’aria è fresca e rifocillante dopo giorni di caldo atroce; il lago allieta lo sguardo e rilassa lo spirito. Ne viene fuori un pomeriggio fuori programma ma dai risvolti simpatici. Vi propongo un dessert? (Ma come, pure il dolce? 😉) La crostata di fichi della nonna.

IMG_20170812_200120

Ingredienti per la pasta frolla: 300 g di farina, 1 uovo, 100 g di burro, 80 g di zucchero, 1/2 bustina di lievito, 30 g di latte.

Ingredienti per la farcitura: 200 g di marmellata di albicocche, 500 g di fichi, 100 g di amaretti, 1/2 bicchiere di liquore Strega.

Preparare la frolla: sul piano di lavoro sistemare la farina a fontana e metterci dentro il burro a pezzi e tutti gli altri ingredienti. Lavorare velocemente e lasciare riposare 30 minuti in frigo.

Amalgamare in una ciotola la marmellata di albicocche con gli amaretti sbriciolati ed il liquore. Stendere la frolla (lasciando da parte della pasta per le strisce) e ricoprire con il composto. Sbucciare e tagliare i fichi; ricoprire la crostata. Chiudere con le strisce di pasta frolla. Infornare per 30 minuti a 180 gradi.