torta di mele e auguri speciali…

Fotor_151093478053911
profumatissima torta di mele

Torta di mele per te… Perché è il tuo dolce preferito e ti lamenti che nessuno se lo ricordi mai. Tu che ricordi tutto di tutti noi: date, eventi, scadenze, gusti, passioni, riflessioni…

Ti prendiamo in giro perché nelle cose futili sei una simpatica combinaguai (perché prendere in giro te, nel modo che hai di stare al gioco, è divertente) ma in realtà sei la sorella saggia che ha sempre la soluzione. Sei la prima persona che mi venga in mente qualsiasi cosa mi accada (il più delle volte anche prima del marito 😉😜🙈🙉🙊) e quando ti telefono per inondarti dei miei piccoli (e a volte ahimè anche grandi) drammi, capisci già al ciao che qualcosa non va. E io parlo, parlo, parlo e aspetto il fatidico rassicurante incipit ”stai a sentire me, fai così..”, inconfondibile premessa del giusto consiglio, di qualunque cosa si tratti. 

Sei il mio punto di riferimento.
Sei la chiacchiera infinita, la complicità di uno sguardo, la risata spontanea, il mai saturo muro del pianto, il freno delle mie follie, la spinta convincente nelle mie insicurezze, il telepatico sentire, il mai imbarazzante silenzio, la miglior zia che possa desiderare per mio figlio. Di tutto questo ti ringrazio. E ti ringrazio del modo in cui mi sei sorella (che è un modo speciale e lo sappiamo entrambe). E già che ci sono – e visto che non l’ho mai fatto, perché non sono cose che ci si dice tutti i giorni – ti ringrazio anche del midollo donato, del pezzo di vita regalato… Perché lo straordinario che ho ora intorno lo devo anche a te. Auguri sorellina!
La torta la mangiamo noi al nord per te, ma ti prometto di rifartela a Natale in Calabria, giornate di confusionaria gestione della ciurma permettendo.

Fotor_15110286020786
tisana panna e fragola

Ingredienti
Farina 200 gr
zucchero 200gr
uova 4
mele 4
limone 1
essenza di vaniglia
1bustina di lievito in polvere
sale

Sbucciare, mondare, tagliare a pezzi le mele ed irrogarle con il succo del limone. Rompere le uova in una terrina con un pizzico di sale. Mescolando incorporare poco alla volta lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e la vaniglia. Quando l’impasto è ben amalgamato aggiungere la farina ed il lievito. Unire infine le mele.
Versare il composto in una tortiera imburrata con il fondo cosparso di un velo di zucchero. Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 45 minuti.

Ps per gli amici di instagram: la tisana panna e fragola della foto esiste davvero, giuro 😜.

crostata con mele e marmellata al profumo di cannella

Ciambellone semplice a prova di pasticci

Ciambellone sotto la pioggia.

ciambellone
ciambellone classico

Ed è ufficialmente iniziato l’autunno. Mi pare abbastanza evidente, non c’è bisogno che ve lo dica io. Piove ininterrottamente da tre giorni e (consapevole del mio pensiero egoista ed irrispettoso dell’ecosistema e del bisogno che di quest’acqua la terra aveva) non ne posso già più. Certo che tutto sarebbe più facile se si usassero quei cosi con cui solitamente ci si ripara dall’acqua: gli ombrelli. Ebbene, io ne compro a bizzeffe e ne perdo a quintali. Li abbandono nei posti più disparati e non so neanche come, quando e perché; so solo che al mattino esco di casa con il mio meraviglioso ombrello e alla sera sono con il cappuccio della giacca tirato sulla testa (modello ”scappata di casa”) maledicendomi e chiedendomi dove mai avrò lasciato l’ombrello. Di una cosa sono sicura: almeno quelli non li mangio 😜😉.
Ma, nonostante le mie odierne lamentele, c’è qualche volta in cui quest’atmosfera autunnale mi coinvolge. Come oggi, che la pioggia picchia contro i vetri e scivola giù, ma a me non importa per nulla perché sono in casa e non devo andare da nessuna parte. E me ne sto seduta sullo sgabello alto della cucina, quello che dà proprio sulle finestre, rigirando il caffè nella tazzina e pregustandomi la merenda a base di ciambellone. E si, direi che questo è proprio un bel momento; di quelli in cui, avulsa dal frenetico ritmo delle mie giornate, concentrandomi un po’, riesco addirittura a farmi venire in mente un supermercato o un’aula di tribunale ove, abbandonato, giace qualcuno dei miei ombrelli…

Fotor_151016081052973
caffè non proprio al volo

Ciambellone
Ingredienti
500 gr di farina
200 gr di zucchero
4 uova
1 limone
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito
1 bicchiere di olio
In una terrina lavorare le uova con lo zucchero. Aggiungere il latte, l’olio, la scorza grattugiata del limone, il lievito e la farina.
Versare l’impasto in uno stampo per ciambelle imburrato ed infarinato. Cuocere in forno a 180 gradi per 45 minuti.

io, te e le camille non proprio camille

 

 

ritorno in Oltrepo’ e cheesecake ai frutti di bosco

IMG_20170523_071752_244

Tornata tra i vigneti dell’Oltrepo’ consumo il mio piccolo dramma: sono orfana di palestra… L’istruttrice cui deve attribuirsi il merito di avermi fatto tornare la voglia di saltare smuovendomi da uno stato di confortante pigrizia è espatriata (cioè proprio espatriata no, semplicemente trasferitasi in altra provincia); il corso che mi dava la carica e mi invogliava a non perdere neanche un appuntamento è stato soppresso. Così me ne vado vagando per la città alla ricerca di una nuova palestra (amica mia – compagna di avventura fitness da anni – lo so che andare a visitare una palestra non equivale propriamente a vagare per la città, ma non essere fiscale).

Una prima selezione l’ho fatta su internet, scartando le due che per gli orari sarebbero incompatibili con le mie esigenze lavorative e famigliari (gli orari giusti erano proprio quelli del corso precedente). Per la palestra oggetto del sopralluogo valuto invece che gli spogliatoi non sono come quelli della vecchia, le docce in numero minore, la posizione diversa… Insomma proprio non è quella. Si nota che non sono il tipo che mette radici ma al contrario persona mentalmente molto aperta ai cambiamenti? 😜

In attesa della conclusione delle selezioni mi sono regalata una golosità adeguata allo stato di inattività attuale: cheesecake ai frutti di bosco.

IMG_20170909_124521
Ehm… Certamente è dietetico un dolce che prevede 200 g di biscotti Oro Saiwa, 300 g di formaggio spalmabile, 300 g di mascarpone, 250 g di frutti di bosco, 100 g di burro, 10 g di gelatina, 50 g di zucchero, 80 g di zucchero a velo, un limone.
E, giacché nel mio ultimo post su facebook mi sono bullata di non avere più combinato pasticci, sono stata divinamente punita: questo articolo ben potrebbe intitolarsi ”101 errori preparando una cheesecake”.
Ecco quello che avrei dovuto fare: frullare i biscotti nel mixer e amalgamare con il burro fuso. Trasferire in uno stampo a cerniera (22 cm diametro) foderato con carta forno bagnata e strizzata; distribuire il composto con il dorso di un cucchiaio. Mettere in frigo per due ore.

Montare il mascarpone con il formaggio spalmabile e lo zucchero ed unire la gelatina precedentemente messa in ammollo per dieci minuti in acqua fredda.

Mettere i frutti di bosco in una padella con il succo di un limone e lo zucchero a velo e far cuocere a fuoco dolce per 5 minuti. Colare i frutti di bosco raccogliendo il succo in un contenitore. Prendere la base di biscotti e riempire con il composto al formaggio livellando bene. Bagnare con il succo dei frutti quindi decorare con la frutta. Riporre in frigo.

20170908180347_IMG_3089

Quanto ai pasticci, nascondo accuratamente i disastri sotto al tappeto (ovvero sotto una manciata di lamponi e more). Due suggerimenti però: non acquistate i frutti di bosco surgelati (tentazione da risparmio) perché sicuramente non rendono nella decorazione; e non abbiate fretta (pazienza…Questa sconosciuta!): se nella preparazione sono previsti dei tempi di riposo un motivo ci sarà. La mia non è molto compatta proprio perché mio figlio aveva voglia di mangiarla prima del tempo.

Non è bellissima ma assicuro molto buona 😋😋.