chiacchiere tra salato e cioccolato

Spaghetti con asparagi e salsiccia

spaghetti con asparagi e salsiccia

Preparando gli spaghetti con asparagi e salsiccia, rifletto sulla cattiveria.

Sono giorni che mi balena e ribalena in testa una domanda: perché esiste gente cattiva? Parlo di cattiveria vera. E vi assicuro che con il lavoro da legale che svolgo ne vedo tanta. Gente che seduta ai colloqui nel mio studio mi guarda con tranquillità impeccabile e giura e spergiura di voler rovinare la controparte. Ora, dite la verità, quanti di voi riversano così tanto astio su qualcuno da augurargli catastrofiche disgrazie? Io lo trovo impensabile… Anche per chi mi ha fatto male davvero (fortunatamente pochi pochi) non desidero infauste rovine su cui danzare; solo mi auguro di non rivederne più la faccia per il resto della mia vita, tutto qui.
Come avvocato, ben potrete immaginare quanti pensieri negativi mandino a me. A volte ( momento di riflessione seria) – e più che a volte – la controparte mi impersonifica con il cliente, in un neanche tanto lento processo che mi porta a diventare ”tutti i mali del mondo”: il coniuge che vuole sciogliere il sacro vincolo del matrimonio, il vicino tanto odiato, il debitore che non intende pagare, e addirittura (e qui non sei più solo la controparte ma anche il sistema giustizia italiano tutto: che peso ragazzi) il giudice che ha pronunciato l’avversa sentenza.
Insomma, riempirmi la borsa di cornetti rossi anti macumba non sarebbe una cattiva idea… La verità è che ci si abitua e non ci si fa neanche più caso. Ci sono però periodi in cui tutto questo astio pesa nella testa e ti verrebbe voglia di andare in giro con un bel cartello con la gigantesca scritta ”gente, sto solo facendo il mio lavoro”; penso, però, che non darei l’immagine di una persona equilibrata e mentalmente sana. Ed è così che, in quei periodi, mi sento ancora più contenta di aver aperto il blog, questo luogo di leggerezza che mi allieta l’anima e riporta tutto nella giusta dimensione.
E anche un bel piatto di spaghetti con asparagi e salsiccia – condito di tutto il lavoro che c’è dietro, dalla preparazione alla foto – acquista il gusto della giusta panacea.

spaghetti con asparagi

Ingredienti per 4 persone
2 salsicce
1 mazzetto di asparagi
1 cipolla
1/2 bicchiere di acqua
1/2 bicchiere di vino
320 g di spaghetti
Olio e sale q.b.

Mettere sul fuoco l’acqua per la pasta.
Pulire gli asparagi e tagliarli a rondelle lasciando integre le punte. Affettare la cipolla; farla soffriggere in una padella con un giro di olio. Aggiungere gli asparagi, salare e rigirarli con la cipolla. Bagnare con mezzo bicchiere di acqua, coprire e cuocere finché l’acqua si sarà asciugata. Mettere la salsiccia tagliata a pezzi e rosolare un paio di minuti; aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco e lasciare evaporare. Terminare la cottura.
Nel frattempo l’acqua avrà iniziato a bollire: cuocere gli spaghetti per il tempo indicato sulla confezione.
Scolarli e farli saltare nella padella con il condimento.

 



4 thoughts on “Spaghetti con asparagi e salsiccia”

  • Come ti capisco, alla fine io ho deciso di lasciare il lavoro. Che se la “strighino” loro con le proprie idee, ho già abbastanza da pensare alle mie cose senza dover assumermi il peso di quelle degli altri. Nel tempo libero ho aperto due blog e praticamente lavoro più di prima senza guadagnare un euro, ma la soddisfazione è sicuramente maggiore 🙂

  • Se si passasse lo stesso tempo dell’odiare a fare qualcosa di bello, buono il mondo non sarebbe in rovina. Consoliamoci con questa tua gustosa ricetta e quando gli altri ti guardano con astio, pensa a cosa cucinare vedrai che passa tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: