muffin salati e strani compiti scolastici

muffin salati

Mi piace seguire il piccolo aiutante nei compiti. Devo dire che sono anche estremamente fortunata perché a lui piace farli. Se però i lavori escono dal seminato, mugugno sempre un pochino, lo ammetto. Sono solitamente assegnazioni che coinvolgono necessariamente il genitore, che cerca di impegnarsi al massimo sotto lo sguardo critico dello studente. Così, ad esempio, i famosi ”taglia ed incolla dalle riviste che hai a casa immagini di…”.

Già vorrei far notare lo sforzo sovraumano che mi viene richiesto: io le riviste che ho a casa le ho proprio perché me le sono conservate e mi sarebbe piaciuto continuare a conservarle integre. Per cui, non ne abbiate a male, ma in cuor mio è un uff ad ogni colpo di forbici: quei buchi lì nei miei bei giornali non riesco proprio a digerirli.

In alcuni casi si tratta poi di soggetti di difficile reperimento: immagini di fiori con evidenti stami da poter contare, pianure sconfinate, paesaggi montani comprensivi di flora e fauna. D’altronde, chi non ha a casa giornali e giornali con foto di stambecchi e orsi che vagano tra pini e felci? Sicuramente chi adora la natura, certo; ma allora torniamo al tormento interiore nel rovinare la rivista conservata.

L’ultima allegra incombenza è stata quella di svuotare delle uova per un lavoro da fare in classe… Implicitamente il compito è per i genitori: ve li immaginate bambini di sette e otto anni, con la loro delicatezza di modi, bucare appena appena un bell’ovetto, svuotarlo del contenuto, lavarlo all’interno e portare così da soli a compimento il lavoro assegnato? A mio figlio non basterebbero due dozzine di uova.
Da mamma dalle note capacità manuali, ho delegato la faccenda al papà, che – devo dire – ha portato a casa un più che dignitoso risultato senza nessun danno. Dal canto mio, mi sono limitata all’assistenza, consistita nel tenere sotto le uova un bel tazzone per raccogliere albumi e tuorli che, ovviamente, ho recuperato in questi muffin salati super golosi. E non si dica che non ho contribuito.

muffin con soppressata

Ingredienti per 12 muffin

  • 250 gr di farina
  • 200 ml di latte
  • 40 ml di olio di semi
  • 3 uova
  • 150 gr di soppressata a cubetti (o altro salume disponibile)
  • 100 gr di provola a cubetti
  • 40 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
  • sale e pepe

Mettere in una ciotola le uova, il latte e l’olio e mescolare. Aggiungere la farina, il parmigiano, il lievito, un pizzico di sale e pepe ed amalgamare.

Unire il salume ed il formaggio all’impasto e mescolare ancora. Riempire i pirottini per muffin per 2/3 della loro capacità. Infornare a 180° per 20 minuti circa.

La ricetta è il sunto di più versioni pescate dal web.



2 thoughts on “muffin salati e strani compiti scolastici”

  • A tutto c’è un limite… anche io sono cosi con alcune cose: riviste, libri sui pesci e giornali vari. Cosi quando viene mio nipote che ha appena 30 mesi faccio la zia cattiva e nascondo il possibile riponendolo nei ripiani alti o negli armadi, lui ha da poco scoperto i pastelli e ti lascio immaginare il resto. Per le uovo allora chiedo a tuo marito come svuotarle. io sono come te, manualità poca e pazienza ancor meno…. Cmq questi muffin favolosi… un ottimo salva cena per quei giorni dove la voglia di qualcosa di buono è tanta. Un bacione LA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: