chiacchiere tra salato e cioccolato

pasta con broccoli e gamberi

pasta broccoli e gamberi

La pasta con broccoli e gamberi è un delizioso primo facile da preparare. Adatto a qualsiasi occasione, può essere un’ottima idea per i pranzi delle festività, magari sostituendo alle penne le orecchiette o le trenette.

Ho usato altre volte i broccoli, ad esempio nel gustoso abbinamento con con la zucca e la salsiccia. Sono infatti una verdura che si presta ad innumerevoli preparazioni. Io li adoro, e una volta tanto la mia golosità riguarda una pietanza salutare. I broccoli infatti sono ortaggi che pare facciano davvero bene: ricchi di calcio, ferro, fosforo, potassio e vitamine varie che li rendono alimenti preziosi dalle virtù straordinarie. Per questo cerco di proporli spesso anche al piccolo aiutante. La pasta con broccoli e gamberi, per esempio, è particolarmente apprezzata.

 

pasta con broccoli e gamberi
Stampa Ricetta
pasta con broccoli e gamberi
Stampa Ricetta
Ingredienti
Porzioni:
Istruzioni
  1. Pulire i broccoli. Togliere il gambo e tagliare le cime. Lavare bene. Mettere i broccoli a bollire in abbondante acqua salata.
  2. Pulire i gamberi.
  3. In un'ampia padella mettere un giro di olio e lo spicchio di aglio. Lasciare soffriggere. Quando l'aglio sarà leggermente dorato aggiungere i gamberi e cuocere.
  4. Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciare evaporare.
  5. Quando i broccoli saranno cotti (non troppo, devono restare un po' croccanti) toglierli e metterli da parte senza buttare l'acqua di cottura.
  6. Mettere la pasta nell'acqua di cottura dei broccoli. Cuocere per il tempo indicato sulla confezione.
  7. Scolare la pasta e mantecarla nella padella con i gamberi aggiungendo anche i broccoli ed un ulteriore filo di olio. Pepare. Servire calda.

 

pasta con broccoli e gamberi

Questa è una ricetta che può benissimo essere presentata nei vostri menù natalizi. Quindi prendete nota se, come me, in questi giorni appuntate tutto l’inimmaginabile umano per dei buoni festeggiamenti. Se invece fate parte della seconda categoria, non fate caso a me e al mio eccessivo spirito natalizio, però questa pasta con broccoli e gamberi provatela lo stesso, che ne vale la pena. Seconda categoria di cosa? Ora vi spiego.

Avete notato che la popolazione mondiale si divide in due grandi ed antitetici filoni di approccio al Natale? Da una parte c’è chi stacca dai blocchi di partenza del primo di dicembre con entusiasmo (a volte forse un tantino eccessivo) maratonando allegramente tra auguri, luci, biglietti, regali, pandori e pensieri intrisi di pace e amore. E poi ci sono gli arrabbiati neri con il Natale: gente che dichiara a gran voce di desiderare di svegliarsi direttamente al 7 di gennaio inveendo contro la prima categoria e con un tale fastidio addosso che si potrebbe inventare un nuovo spirito, quello del “no grazie, né a me né a famiglia”.

E secondo voi dove mi colloco io che da giorni progetto tombolate che proporro’ a tutti coloro che varcheranno la soglia di casa mia da ora all’Epifania? Che la tavola di dicembre  è tutto un rosso babbo con tanto di candele anch’esse rosse? Che lo spirito del Natale desidera proprio respirarlo a pieni polmoni e che in un lampo lo accosta alla parola famiglia?

Me lo ricordo bene lo scorso anno, durante una messa in una delle domeniche di avvento, il parroco che chiede ai bambini cosa fosse per loro il Natale. Ed eccola, svettare tra le altre, la manina del piccolo aiutante. Ho visto il prete andare verso di lui e ho tremato al pensiero del materialistico pensiero che avrebbe potuto esprimere. “Natale per me è quando vado in Calabria dai nonni e possiamo stare tutti assieme anche con le mie cuginette”, ha invece candidamente dichiarato. Mi si è sciolto il cuore: spero che possa essere questo per lui per molto tempo ancora. Ah, queste mamme troppo spesso malpensanti.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *